Come prepararsi per un’audizione di danza

Come prepararsi per un'audizione di danza

Gli esami non finiscono mai, come il grande Eduardo ci insegna. Tutti sappiamo che la vita non è mai sazia di prove e sfide a cui sottoporci. Eppure ce ne sono alcune che, più di altre, determinano il corso di un’esistenza.

Chi ha deciso di diventare un danzatore professionista dovrà incamminarsi su un percorso costellato di prove e audizioni. Sono quelle occasioni che si attendono con trepidazione per giorni, mesi o addirittura anni.

A Movimento Danza, nel corso di oltre 30 anni di attività, abbiamo esaminato migliaia di allievi, molti dei quali sono diventati artisti di livello internazionale.
Inoltre, prima di diventare insegnanti e danzatori, anche noi abbiamo sostenuto un gran numero di provini. E ora vogliamo offrirti il nostro aiuto condividendo con te la nostra duplice esperienza di esaminatori ed esaminati.

Ecco 3 semplici consigli per affrontare le audizioni con il giusto approccio e superarle con successo.


1) ALLENATI A GESTIRE LE EMOZIONI
Essere nervosi o ansiosi il giorno prima della prova è naturale. Tuttavia, riuscire a non farsi travolgere da questo genere di emozioni è una condizione necessaria per fare bene.
Esistono diversi modi per allentare la tensione. Potrebbe essere di grande aiuto, ad esempio, fare una bella passeggiata rigenerante, magari lungo un percorso a cui si è affezionati: camminare favorisce il distacco dai pensieri ossessivi e riequilibra l’umore.

Fare una buona dormita la notte precedente ti servirà a conservare la calma e la lucidità, così come ascoltare la tua musica preferita, magari anche fino a poche ore prima della prova.

E’ fondamentale, inoltre, non aver esagerato col cibo a cena, non rimpinzarsi di dolci ed evitare l’abuso di sostanze eccitanti o stimolanti, come le bevande gassate e zuccherate o il caffè.

Ad ogni modo, ti consigliamo di non aumentare lo stress, sia mentale che muscolare, con allenamenti estenuanti e continui; quello che hai imparato non lo dimentichi e quello che non sai fare non potrai impararlo nei minuti finali.

2) NON SOPRAVVALUTARE LA TUA PREPARAZIONE
Cerca, innanzitutto, di reperire il maggior numero di informazioni sull’audizione che andrai a sostenere, magari contattando la scuola, gli organizzatori del provino oppure facendo domande agli allievi che hanno sostenuto la stessa prova in passato.

Potrebbe esserti utile preparare un’assolo di ballo: in tal caso scegline uno che metta in risalto le tue caratteristiche tecniche ed espressive.

Probabilmente dovrai eseguire una coreografia che ti verrà mostrata al momento, questo per valutare le tue capacità di improvvisazione, la prontezza nell’apprendimento e le tue risorse tecniche.

Prova ad esercitarti davanti allo specchio, così da individuare gli errori ricorrenti e correggerli ma, soprattutto, concentrati sui movimenti, i passi e le posizioni, prestando attenzione alle sensazioni fisiche ed emotive che ne scaturiscono.
E prima dell’audizione non dimenticare di scaldare i muscoli e fare stretching, in modo da evitare possibili strappi muscolari.

3) NON SOTTOVALUTARE IL TUO ATTEGGIAMENTO
Non c’è bisogno di precisare che la puntualità, soprattutto in occasioni come queste, è essenziale, per evitare di dare subito un’impressione negativa e se si vuole avere il tempo per scaldare i muscoli prima dell’audizione.

Potresti preparare e consegnare agli esaminatori un curriculum completo, con le descrizioni degli studi e delle esperienze fatte, meglio se con una bella foto del viso.
Anche l’occhio vuole la sua parte, scegli un abbigliamento consono e possibilmente sobrio. Non è necessario, infatti, indossare indumenti ricercati, firmati o estrosi: un semplice body e la calzamaglia sono sufficienti, così come scegliere le scarpe adeguate. Ad esempio, quelle da punta per un provino di danza classica, da ginnastica per l’hip hop o anche senza scarpe per la danza contemporanea.
Inoltre è consigliabile raccogliere i capelli evitando pettinature sofisticate che potrebbero essere di impaccio all’esibizione.

Infine, assumere un atteggiamento umile ma deciso potrebbe fare la differenza. Un’eccessiva timidezza rischierebbe di essere interpretata come sintomo di insicurezza, così come un approccio troppo sicuro e arrogante spesso si rivela controproducente. L’importante è rimanere concentrati sulla prova senza preoccuparsi di compiacere gli esaminatori o cadere nell’agitazione e nell’insicurezza.

E ricordati, se hai passione e determinazione, anche se un’audizione non dovesse andare a buon fine, potrai sempre rialzarti e ricominciare da capo, preparandoti per la prossima prova.