®Photo Pasquale Ottaiano

Compagnia Vuoto per pieno

VuotoPerPieno nasce nel 2009 dal sodalizio artistico di due danzatori, Lara Viscuso e Fabrizio Calanna, che decidono di intraprendere un percorso creativo di ricerca utilizzando il linguaggio della danza contemporanea; motore dello sviluppo drammaturgico: l’uomo in tutte le sue sfaccettature attraverso una attitudine estetica che tende verso il teatro sociale e il teatro grottesco nelle vesti di una gestualità codificata ed estetica.
Spettacoli in repertorio: Diritto di ‘ntupatedda (2010) rappresentazioni: Milano, Como, Napoli, Catania; Questa sconosciuta per palchi promozionali ExpoMilano; La Banalità del Cilindro (2012) spettacolo inserito in MilanOltre 2013 rappresentazioni: Milano, Salò, Catania; La coda del Diavolo (2013) Milano, Noto; San Ti Melisses (2014) Milano; L’ultimo Canto (2014) (1° premio vetrina Coreografica per Compagnie emergenti OlbiaDanza) rappresentazioni: Milano, Olbia, Catania.


LA PRAGMATICA DEL #CIAOINVISIBILE

di e con Fabrizio Calanna

Palesare e rielaborare un dilagante abuso dei mezzi di comunicazione che annientano i rapporti umani o li trasfigurano, rendendoli asettici e plastificati eliminando le sensazioni dei primi incontri e dello sviluppo di essi. Attenzionare un crescente annientamento di due delle tre dimensioni della comunicazione interpersonale, quella non verbale e paraverbale affidandosi solamente alla prima, la comunicazione verbale: basata sul suono, la scrittura e immagini alterate ed usurpate.

Interpreti: Compagnia vuoto per pieno