Metaphor – Studio#1: La voce della Maschera – Call Chiusa!

_mg_5303

Progetto Metaphor – Studio #1: La Voce della Maschera – Call per danzatori

Ideazione e coreografia:Letizia Gioia Monda

Promosso da: Movimento Danza – Organismo di Promozione Nazionale della Danza, Napoli

Si cercano performer – danzatori, uomini e donne, tra i 18 e i 35 anni con una formazione in danza contemporanea e/o classica, buona conoscenza delle tecniche di improvvisazione e con spiccate abilità creative che vertono sull’esplorazione di un talento individuale.
I danzatori interessati dovranno essere disposti ad impegnarsi in un periodo di ricerca e sperimentazione della propria fisicalità e competenze artistiche nel contesto di una residenza artistica per la creazione di una coreografia che debutterà nel 2017.

Il progetto

Il progetto di ricerca coreografico Metaphor – Studio #1: La Voce della Maschera vuole proporre un’indagine sulla conoscenza corporea del performer contemporaneo.
In modo particolare questo progetto coreografico si focalizzerà sull’esplorazione delle “maschere” napoletane con l’obiettivo di mostrare l’espansione dei significati del linguaggio e la riattuazione del pensiero napoletano nel codice linguistico di comunicazione contemporaneo.
La coreografa Letizia Gioia Monda propone un approccio pragmatico allo studio, alla ricerca e alla composizione dell’arte coreografica, dove la coreografia della danza è ciò che possiamo ritenere l’organizzazione spazio-temporale dell’azione che emerge dall’esperienza umana.

Candidature dei danzatori

Per candidarsi inviare all’indirizzo promozione@movimentodanza.org  proprio CV e foto.

 

Prima fase del progetto

Nella prima fase del progetto i candidati parteciperanno a titolo gratuito ad un ciclo di incontri laboratoriali di due ore con cadenza settimanale finalizzato ad uniformare i codici espressivi dei partecipanti e a prendere confidenza con la metodologia della coreografa.

Di seguito il calendario degli incontri che avverranno presso la sede di Movimento Danza Via Bonito, 21/b – Villa Sant’Elmo – quartiere Vomero – Napoli
Venerdì 25 Novembre ore 14/16
Mercoledì 30 Novembre ore 11/13
Mercoledì 7 Dicembre ore  11/13
Mercoledì 14 Dicembre ore 11,30/13,30

La call è aperta dal 2 Novembre al 16 Dicembre 2016 ovvero i candidati potranno inserirsi nel laboratorio anche in corso d’opera.

La durata complessiva del laboratorio dipenderà dalla esigenze e dai candidati selezionati.

Seconda fase del progetto

Dopo la fase laboratoriale la coreografa comunicherà i nomi dei danzatori selezionati e realmente motivati al proseguimento e alla creazione di una messa in scena del progetto.

Terza fase del progetto

Prove e messa in scena della coreografia.
Inoltre il progetto intende creare un gruppo informale che possa sviluppare nel futuro altri lavori coreografici per  presentarli all’interno di bandi nazionali e internazionali nel corso di rassegne e festival, spettacoli, manifestazioni ed esibizioni.

 

I partecipanti alla seconda fase del progetto potranno inoltre beneficiare di:

  • Lezioni gratuite a Movimento Danza;
  • Degli spazi offerti da Movimento Danza per propria creazione
  • Un ufficio stampa dedicato al progetto;
  • Per ogni rappresentazione in scena promossa da movimento danza verrà corrisposto ad ogni singolo danzatore un compenso pari alla paga sindacale prevista dal CCNL;
  • Attività di comunicazione e promozione

 

Biografia della coreografa

Letizia Gioia Monda è coreografa, performer e dottore di ricerca in Tecnologie Digitali e Metodologie per la Ricerca sullo Spettacolo (La Sapienza, Università di Roma).

Nata a Napoli, all’età di sedici anni lascia la sua città natale per trasferirsi a Roma e terminare la sua formazione come danzatrice presso l’Accademia Nazionale di Danza.

Continua il perfezionamento in tecniche classiche e contemporanee presso istituti di alta formazione: l’Académie de Danse Classique Princesse Grace (Montecarlo), l’ImpulsTanz (Vienna),l’Alvin Ailey School e il Joffrey Ballet School (New York).

Nel luglio 2005 durante il Festival ImpulsTanz di Vienna incontra e studia il Metodo Forsythe con Allison Brown (Ballet Frankfurt). Questo incontro determinerà il percorso futuro della sua ricerca artistico-scientifica.

Nel febbraio 2012 si trasferisce a Frankfurt am Main per portare avanti sul campo una ricerca pragmatica sulla Body Knowledge nella danza e nella coreografia attraverso il sofisticato contesto multi-disciplinare Motion Bank (progetto della Forsythe Company). All’interno di Motion Bank ha avuto modo di conoscere e intrattenere uno scambio attivo con i maggiori esponenti della danza contemporanea a livello mondiale, quali: The Forsythe Company; Deborah Hay; Jonathan Burrows e Matteo Fargion; Antonia Baehr; Thomas Lehmen e Z’ev; Myriam Gourfink.
A Frankfurt am Main ha inoltre continuato la sua prassi artistica come performer e coreografa freelance.

Nel 2015 è tornata in Italia, dal momento che il D.A.M.S. dell’Università di Roma Tre le ha commissionato un progetto di ricerca coreografico nel contesto di “Laboratori in Scena”. Il processo creativo ha dato vita ad It is Metaphor: una performance coreografica dal vivo presentata il 23 maggio 2015 presso il Teatro Palladium di Roma.

Oggi collabora con la Comunità Motion Bank ed è regular guest del Dance Engaging Science Workgroup. Ha recentemente pubblicato il volume Choreographic Bodies. L’esperienza della Motion Bank nel progetto multidisciplinare di Forsythe (2016).

Il progetto si svolge nell’ambito del progetto CUNAE Nuove generazioni di artisti – Pratiche e processi per il ricambio generazionale dei giovani talenti 2015/2017