Movimento Danza con Campadidanza a sostegno della danza e del teatro

Le luci di sala si spengono, il brusio si dirada, si apre il sipario ed inizia lo spettacolo. I corpi in movimento sono reali e non semplici immagini. Si sentono i passi battere sul palco e a volte, dentro la musica avvolgente, anche il suono di un respiro. A volte incroci lo sguardo di chi danza e ti chiedi se stava cercando proprio te. Puoi ritrovarti con la mani sudate e qualche palpitazione, oppure provare noia, così capisci cosa ti piace veramente. Ogni volta, e in ogni caso, provi grandi emozioni. Perchè “lo spettacolo dal vivo è dove vivi le emozioni.”

E’ questo lo slogan di una campagna di sensibilizzazione nazionale per l’ampliamento del pubblico della danza e del teatro promossa da Campadidanza Dance Magazine, di cui Gabriella StazioMovimento Danza è editore e Raffaella Tramontano è direttore responsabile.
La campagna ha già raccolto il patrocinio di Regione Campania e Comune di Napoli oltre a numerose adesioni da parte di teatri, associazioni, compagnie, cinema, testate giornalistiche, emittenti televisive ed altre organizzazioni in tutta Italia.

La campagna propone uno spot con Anbeta Toromani e Alessandro Macario, due star della danza internazionale, testimonial appassionati di Campadidanza che con questa iniziativa celebra il suo primo anno di testata giornalistica.


I due grandi artisti, in coppia sul palco e nella vita, hanno offerto gratuitamente il proprio contributo.
Art Director Pep Minichino, lo spot è stato diretto da Dina Ariniello e realizzato da Sasi Pro.

presentazione-campagna-campadidanza
La campagna “Lo spettacolo dal vivo è dove vivi le emozioni” è stata presentata venerdì 19 febbraio al Multicinema Modernissimo di Napoli
, di fronte ad una numerosa platea di giornalisti, addetti ai lavori e tanti ragazzi. E forse non è un caso, dato che i tanti lettori di Campadidanza sono soprattutto giovani.
Tanti sono i giovani appassionati e in tanti studiano danza. Eppure il pubblico della danza è poco numeroso. Perchè? Che cosa fanno i teatri e le istituzioni pubbliche per portare pubblico nelle sale? Come promuovono il proprio lavoro le compagnie? Che cosa spinge un giovane a vedere uno spettacolo di danza? E cosa lo convince a non farlo? E partendo dalla danza il discorso si può estendere a tutto lo spettacolo dal vivo.
L’obiettivo della campagna è riflettere su questi temi e promuovere l’emozione di andare a teatro, facendo capire la differenza col guardare uno spettacolo in televisione o su youtube.

Allo spot, preannunciato nei giorni scorsi da un teaser, si accompagnano articoli, interviste e una campagna sui social network che chiama in causa i redattori di Campadidanza, coreografi, danzatori, critici, addetti ai lavori e lettori del magazine.


Nella convinzione che la riflessione sul ruolo e sul futuro della danza e del teatro non possa essere limitata ai politici e agli operatori del settore ma debba essere estesa anche al pubblico.
Perché senza pubblico non c’è spettacolo né la giusta ricompensa per gli artisti. Perché senza pubblico non c’è interazione né crescita reciproca. Perché senza pubblico non c’è cultura né emozione.

Perchè vai a teatro? Rispondono i redattori di Campadidanza

Lo spot su campadidanza.it
Lo spot su Youtube
Il teaser dello spot
Perché ami la danza? Perché ami lo spettacolo dal vivo? Perchè vai a teatro?
Il comunicato stampa della presentazione
L’evento Facebook della campagna

Nuova presentazione a Napoli!
Lunedì 14 marzo, ore 11:30, presentazione della campagna “Lo spettacolo dal vivo è dove vivi le emozioni” presso il Liceo Coreutico dell’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa, in Via Suor Orsola 10, Napoli.
Modera Alfredo D’Agnese. Alla presentazione interverranno anche Anbeta Toromani e Alessandro Macario.

patrocini e riconoscimenti

patrocini

partners e adesioni

partner_e_adesioni_01

partner_e_adesioni_062