Second Hand, in scena a Napoli la giovane danza contemporanea

Diciassettesima edizione per  Second Hand – Di Seconda Mano, storica rassegna di danza contemporanea ideata da Gabriella Stazio, il cui intento è la promozione della coreografia d’autore e della creatività giovanile.

L’innovativa rassegna si terrà a Napoli, al Teatro Stabile d’Innovazione Galleria Toledo, da lunedì 1 a mercoledì 3 ottobre 2018.

Il compito di aprire la rassegna è affidato al Gruppo e-Motion  con la produzione del coreografo e danzatore Manolo Perazzi, Crossover, spettacolo che tenta di catturare l’uomo sospeso tra il reale e l’immaginario, tra istinto e razionalità, impulsi. Nel lavoro, gli interpreti vengono collocati sempre in un nuovo ambiente, i loro corpi vengono plasmati in relazione ad esso e alla situazione che si viene a creare. La seconda serata vedrà in scena la Compagnia Res Extensa con lo spettacolo Studi per piccoli spazi – Solo Woman di Elisa Barruchieri, lavoro di ricerca della coreografa e danzatrice del confine tra il nostro corpo e l’altro. Si chiude  il 3 Ottobre con due giovanissimi coreografi, Domenico Piscopo con la coreografia Venom, e Annalisa Morelli con Asemica.

Programma delle serate

Lunedì 1 0ttobre, ore 20:30

Crossover

Regia e Coreografia Manolo Perazzi
Interpreti Manolo Perazzi e Valeria Russo
Musiche e Regia del suono Flavia Massimo
Disegno Luci Ivandimitri Pilogallo
Produzione Gruppo e-Motion
Con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Abruzzo e del Comune dell’Aquila. Coproduzione: CID Centro Internazionale della Danza di Rovereto (TN), Festival Oriente Occidente .
Residenze: ACS Abruzzo Circuito Spettacolo (Teramo); NAO di Ariella Vidach (Milano
Durata 50 min

L’Autore affida al la parola inglese crossover lo stato emotivo e fisico della sua danza. Questo lavoro cattura l’uomo sospeso tra il reale e l’immaginario, tra istinto e razionalità, impulsi e f r e n i , g u i d a t o d a un’energia che non si interrompe anche quando sembrerebbe accennare ad un’involuzione, ad un arresto. Si cerca un controllo al proprio flusso di azioni e pensieri.
L’idea del progetto nasce da alcune domande: come l’essere umano con il suo corpo può cambiare in relazione ai mutamenti dell’ambiente che lo circonda? Di che natura sono gli impulsi che esso riceve da un ambiente che sta mutando?
L’uomo si perde, smarrito in un caos mentale che rispecchia la confusione dell’ambiente esterno: viene continuamente costretto al cambiamento. 

Martedì 2 ottobre, ore 20:30

Studi per piccoli spazi – Solo Woman

Di Elisa Barucchieri
Danza Compagnai Res Extensa
Produzione Compagnia Res Extensa

Lo Spazio siamo noi, dentro, nei silenzi assordanti delle nostre intimità, dei nostri desideri, delle nostre paure. Intimo, pubblico, privato, vasto, opprimente, insufficiente, protettivo, devastante, rassicurante, ingombrante, confinato, definito, infinito, troppo vuoto, troppo pieno… lo spazio è la nostra possibilità di movimento.
Cercare il confine tra il nostro corpo e l’altro è alla base della ricerca di Studi per Piccoli Spazi-solo Woman. Assoli, gruppi ristretti e costipati che danzano il loro limite, la loro fuga, la loro follia.

Mercoledì 3 ottobre, ore 20:00

Movimento Danza presenta

Venom – Esperimenti su un corpo già perfetto

Coreografia Nyko Piscopo
Danza Leopoldo Guadagno
Musica A.V.
Durata  15 minuti circa

Il progetto parte da un’esperienza reale: la continua ricerca di integrazione nel mondo e la lunghissima fase di accettazione di se stessi. Inizialmente si è partiti esaminando il Mito della Caverna di Platone. Il giovane coreografo punta all’ analisi psicologica di un soggetto che cerca in tutti modi di capire la situazione circostante e di affermare la propria personalità che sembra essere avvelenata da un senso di inferiorità innato. Il soggetto è posto in una gabbia da laboratorio (lo spazio performativo) nella quale viene testata la sua psiche. C’è dunque la protesta violenta e la rabbia, l’esasperazione e la ribellione ma in fondo a questo grido dolente c’è la delusione e lo sconforto. Più ancora, la disperazione totale che però rimane dentro.

Nyko Piscopo è nato a Napoli dove si è diplomato presso l’Accademia Danza e Spettacolo. Dopo un periodo di perfezionamento in Germania, Grecia e Italia, durante il quale approfondisce lo stile coreografico di William Forsythe e di altri grandi coreografi, ottiene un contratto come assistente alla coreografia per una produzione del Teatro Nazionale della Groenlandia. Continua la sua carriera da danzatore al Teatro Moravo di Olomouc e al Teatro Nazionale Croato. Attualmente danza per la compagnia Ballet-ex a Roma e cura la direzione artistica del Teatro Ateneo a Napoli. Da anni è impegnato nella ricerca coreografica collaborando con numerosi circuiti della danza.

Leopoldo Guadagno nasce a Napoli e comincia gli studi al Teatro San Carlo. Riceve il primo contratto per il Teatro Nazionale della Groenlandia grazie al quale effettua una tournée nazionale. La sua carriera continua in numerosi enti lirici e progetti in giro per il mondo: America, Repubblica Ceca, Croazia, Germania e Cipro. Diviene trainer di Gyrotonic nel 2017 e partecipa alla produzione della compagnia White Cloud Opera a Napoli. Attualmente lavora nella compagnia Ballet-ex a Roma.

Mercoledì 3 ottobre, ore 20:00

Asemica

Coreografia Annalisa Morelli

Danza Annalisa Morelli
Musiche A.V
Produzione Associazione AiEP
Durata 30 mi

Lo spazio scenico diventa il luogo per usare libertà impossibili altrove. Espressività e sentimenti nascosti nella realtà possono comparire improvvisati nei gesti di qualcun altro. I movimenti sono rielaborazioni di gesti quotidiani che acquistano un senso rituale. Chi guarda è travolto dalle immagini create dal movimento del corpo che sono fugaci e intense.

Annalisa Morelli studia danza dal 2001, si forma come ballerina classica ma apprende anche altri stili di danza come quella moderna, flamenco, tip tap e passo a due. Dopo la maturità scientifica studia Beni Culturali all’Università di Milano laureandosi nel 2017. Contemporaneamente prosegue negli studi coreutici e nel 2015 si iscrive alla Civica Scuola Paolo Grassi per perfezionare la propria formazione di danzatrice a livello professionale. Qui si diploma nel 2018 nel corso di teatrodanza diretto da Marinella Guatterini. Durante il percorso formativo, tra gli altri, studia con Paola Bedoni, Biagio Caravano, Maria Consagra, Paola Lattanza, Davide Montagna, Fransisco Sedeno, Ariella Vidach, e Carlotta Zamparo. Ariella Vidach è la prima a farla esibire all’interno di una sua creazione al festival “Uovo” nel 2015. Nel 2017 è la tutor del suo primo lavoro coreografico per tre performers, INVINCOLI. Col suo sostegno nel 2018 crea ASEMICA, coreografia per performer solista.

Biglietti  

Intero  € 10,00 – Ridotto  € 7,00
Serata 3 0ttobre: singolo biglietto €6,00 | doppio spettacolo €5,00

Movimento Danza

promozione@movimentodanza.org

tel 0815780542 – Via Bonito 21, B, Vomero, Napoli

www.movimentodanza.org

Galleria Toledo
Teatro Stabile d’Innovazione
via Concezione a Montecalvario 34, 80134 Napoli
t.+39 081425037 t.+39 081425824segreteria.galleriatoledo@gmail.com
facebook.com/GalleriaToledo

In foto la danzatrice Luana Rossetti in Hades, Second Hand – Di Seconda Mano, rassegna di danza contemporanea di Gabriella Stazio
Maggio 2018, Teatro Galleria Toledo
PhotoCredits Pasquale Ottaiano