Stili di danza, un po’ di chiarezza

stili e tecniche di danza, un po' di chiarezza

Conoscere bene uno stile di danza è la premessa fondamentale per danzare in modo consapevole, con naturalezza e padronanza del linguaggio artistico.
Eppure questo approccio passa spesso in secondo piano. Tanto che molti giovani allievi e danzatori non sempre sanno rispondere a questa semplice domanda: che stili e tecniche hai studiato?

Orientarsi con la danza classica è più semplice, essendo ormai codificata in tecniche e stili ben riconoscibili, tra cui i più affermati sono Vaganova, Royal Academy of Dance, Cecchetti, Bournonville e Balanchine.

Capire se stai studiando danza classica di qualità, in linea con gli standard nazionali ed internazionali, è già questione più difficile.

A questo proposito è fondamentale farsi le giuste domande.
 Chi dirige la scuola? Chi sono gli insegnanti? Dove e con chi si sono formati? Qual è la loro esperienza artistica? Quali sono i traguardi raggiunti dalla scuola?
Le lezioni dovrebbero rispettare un programma progressivo ben delineato, suddiviso per corsi di studio, e includere anche lo studio del Repertorio e del Passo a due.

Orientarsi con la danza moderna è più complesso.
Sono tanti gli stili e tante le tecniche tra danza moderna, contemporanea, modern jazz e post modern dance, create e codificate da grandi coreografi e Maestri tra cui, ad esempio, Martha Graham, Doris Humphrey, José Limón, Merce Cunningham, Alwin Nikolais, Trisha Brown e Steve Paxton con la Contact Improvisation. Tante anche le contaminazioni che attraversano la modern dance, dalla Floor Work fino ad arrivare alla Street Dance con l’Hip Hop e la Breakdance.
Tante altre tecniche fioriscono senza sosta in scuole e palestre ma non trovano riscontro a livello nazionale ed internazionale.

Ogni allievo dovrebbe innanzitutto informarsi con attenzione su quale tecnica e stile intende sperimentare perché c’è il rischio di investire sullo studio di uno stile improvvisato, creato da insegnanti con scarsa preparazione e professionalità.

Come nasce? Da quale mente creativa? In quale contesto?
Creare uno stile e una tecnica non è cosa da tutti e richiede anni di verifiche pratiche e metodologiche, nonché generazioni di artisti che si affermano proprio grazie a quello studio specifico.

Anche nel caso della danza moderna conviene affidarsi ad insegnanti competenti, a centri di danza riconosciuti, con una direzione artistica di qualità e soprattutto con una comprovata esperienza nella formazione e sul palcoscenico.
Mai sottovalutare i curricula dei docenti. Potresti scoprire, ad esempio, che l’insegnante di danza moderna ha studiato solo danza classica! Per imparare ed insegnare la danza moderna non bastano qualche lezione o qualche stage, sono necessari anni di studio e di preparazione. Chi si affiderebbe ad un insegnante che ha studiato danza moderna ma insegna danza classica?

Altro consiglio: verifica la tua preparazione al di fuori del contesto in cui stai studiando, partecipando a workshop, provini e audizioni. A volte anche soltanto una nuova esperienza può dare il via al cambiamento…

E ricorda: chi danza non si accontenta!