Danzatore e coreografo, laureato al DAMS dell’Università Roma Tre, fonda la compagnia Uscite di Emergenza nel 2015. Vincitore del bando 2017 di Dominio Pubblico. Docente nel programma professionale del Vivo Ballet di Enzo Celli e in residenza con la sua compagnia da gennaio 2018. Direttore Artistico della piattaforma Corpo Mobile e workshop da gennaio 2018 con Teatrocittà di Roma. Vincitore della residenza CosiDanzi 2018, finalista di Coreografica Mente 2018 con menzione speciale per la coreografia, selezionato dal Troia Teatro Festival 2018 tra le migliori 8 proposte su 120 in tutta Europa. Vincitore della Call 2019 di ADT. Coreografo del progetto “Corpo Uomo e Società” dell’Università di Roma Tre. Tiene Stage e Open Class con l’ensemble di Equilibrio Dinamico di Roberta Ferrara.

Dancer and choreographer, Davide Romeo is graduated at Departement of Arts, Musis and Show of Università Roma Tre. He founded Uscite di Emergenza company in 2015. He won 2007 edition of Dominio Pubblico project. He’s a teacher for professional program of Enzo Celli’s Vivo Ballet and a resident artist of the company from january 2018. He’s the artistic director of Corpo Mobile project and leads its workshop with Teatrocittà in Rome from january 2018. He’s the winner of artistic residence CosiDanzi 2018, finalist of Coreografica Mente 2018 with special mention for choreography, selected by Troia Teatro Festival 2018 among the best 8 of 120 partecipants from all Europe. He won the 2019 ADT call. He was choreographer of project “Corpo Uomo e Società” at University Roma Tre. He collaborates with Roberta Ferrara for stages and Open Classes.

Physics of Vulnerability

Per la tua privacy YouTube necessita di una tua approvazione prima di essere caricato.
Ho letto la Privacy Policy ed accetto

“La vulnerabilità non è vincere o perdere; sta nell’avere il coraggio di presentarsi ed essere visto quando non si ha alcun controllo sul risultato.
La vulnerabilità non è debolezza; è la nostra più grande misura di coraggio.”
Brene Brown

Esiste un momento di sospensione, in cui si prende coscienza del proprio stato. Liquido, pesante, indifeso. Non è il racconto di una storia, é la descrizione di un attimo che si affaccia su vari piani. Quel momento di apnea sul fondo dove non sei tu a definire le regole. Definire la vulnerabilità come una falla nel sistema di protezione è solo una parziale verità. Che succede quando andiamo “faccia a terra”? Physics of Vulnerability racconta la bolla temporale in cui si sospendono tutte le protezioni, crollano i muri, e si ascolta la parte più intima per costruire una risalita. Un viaggio attraverso le nudità della psiche raccontato da corporeità ed emotività. Ascoltare é la preparazione ad una riemersione vigorosa. [scarica il dossier]

“Vulnerability is not winning or losing; it’s having the courage to show up and be seen when we have no control over the outcome. Vulnerability is not weakness; it’s our greatest measure of courage.”
Brene Brown

There is a moment of suspension, in which everyone becomes aware of his state. Liquid, heavy, defenseless. It’s not a storytelling, it is the description of a moment that overlooks various levels.
That moment of apnea on the bottom where you don’t define the rules. Defining vulnerability as a flaw in the security system is only a partial truth. What happens when we go “face down”?
Physics of Vulnerability tells the time lapse in which all the protections are suspended, the walls collapse, and you listen to the most intimate part to build a raising. A journey through the nakedness of the psyche told by corporeality and emotionality. Listening is the preparation for a vigorous surfacing. [download dossier]

altre scoperte coreografiche

Marco Munno con Knotting alla finale di Residanza 2020 (ph Maurizio De Nisi)
Uno scatto di Sobotta (foto di Andrea Macchia)
Sara Capanna e Michele Scappa (ph Federica Capo)
Chiara Ameglio, Ave Monstrum (ph Marcella Foccardi)