Spettacolo del Performing Arts Group alla Rassegna “Campania Danza Felix” – Napoli

10885097_10205462835719856_2381039126253435470_n

Giovedì 12 marzo 2015 alle ore 21 presso il Nuovo Teatro Nuovo di Napoli andrà in scena la rassegna “Campania Danza Felix”.

Il Performing Arts Group – Compagnia Giovani Movimento Danza presenterà “Chiocciach’io”, titolo scelto per  celebrare la forza del legame che si instaura tra allievo ed insegnante, indissolubile anche quando  l’allievo è diventato a sua volta docente, coreografo e performer.

Lo spettacolo, che  si svolge nell’ambito del progetto CUNAE Nuove generazioni di artisti – Pratiche e processi per il ricambio generazionale dei giovani talenti, è composto da 2 coreografie:

Vent (pecchè aggia sfugà)

di Alessandro Schiattarella

Interpreti: Performing Arts Group – Compagnia Giovani di Movimento Danza

Valeria D’Antonio, Fabio De Rosa, Francesca Pascazio e Simona Perrella

Musiche di Jon Hopkins

La coreografia prende vita da una parola, in particolare da un verbo: sfogare. Letteralmente “sfogare” significa “manifestare in forme e con atti esteriori un sentimento, uno stato d’animo o un istinto, fino a quel momento controllati”.

La coreografia di Alessandro Schiattarella si ispira a questo. A un sentimento forte che ognuno di noi almeno una volta nella vita ha provato: la ribellione. Un sentimento che serve a volte a ricominciare. Si ricomincia per amore, per sopravvivere, per dar senso a una morte, per confrontarsi. La calma dopo una esplosione. Sfogare per ritrovare la calma e ricominciare.

 

Blu

Coreografia di Sonia Di Gennaro

Interpreti: Performing Arts Group – Compagnia Giovani di Movimento Danza

Valeria D’Antonio, Maria Paone e Simona Perrella

Musiche di Brian Eno e Aphex Twin

 

Simbolo dell’armonia, il colore Blu ha il potere di riportare equilibrio nella sfera emotiva.

E’ il colore del mare, del cielo, del silenzio.

E’ associato alla forma geometrica del cerchio simbolo dell’eterno moto dello spirito in un chiaroscuro di quiete e dinamicità.

Una coreografia in cui a momenti di calma si alternano istanti di grande energia sotto forma di corpi danzanti che fluiscono incessanti in scena.