Gabriella StazioCoreografadanzatriceinsegnantedirettore artisticoattivista e manager, Gabriella Stazio è una delle maggiori protagoniste sulla scena italiana della danza contemporanea.

Chi conosce Gabriella Stazio non può che ammirare la sua straordinaria energia, il suo entusiasmo contagioso, il suo coraggio nutrito da una sconfinata curiosità, la sua determinazione unita a rigore e dinamismo.

Nata a Napoli, si dedica giovanissima allo studio della danza classica per poi lanciarsi ad esplorare le evoluzioni più interessanti del linguaggio coreutico. La sua formazione passa per alcuni fra i maggiori interpreti della danza moderna e contemporanea, tra cui Merce Cunningham, Douglas Dunn, Meg Harper, Robert Kovich della Merce Cunningham Dance CompanyMolissa FenleyCharles Moulton e Jim Self, tra i maggiori esponenti della post-modern dance statunitense. Con Joseph Fontano studia la tecnica Graham. Inoltre studia con Roberta Escamilla GarrisonGillian HobartJorma Outinen, Andre Peck della Lucinda Childs Dance CompanyLibby Nye della José Limón Dance CompanyJeffrey Axelrod e Shelley Sabine Senter della Trisha Brown Dance Company e, per la contact improvisation, con Steve Paxton, Laurie BoothRonald Bunzl e Didier Silon.

I suoi studi sulle tecniche di espressione corporea e sulle nuove tendenze psicomotorie si accompagnano a quelli di musica, canto e solfeggio.
È laureata con lode in Scienze Motorie con pubblicazione della tesi di laurea.
Docente di tecnica, teoria e metodologia della danza moderna, contemporanea e modern jazz, è costantemente invitata in Italia ed all’estero per stage, master class, workshop e laboratori coreografici.

Nel 1979 fonda Movimento Danza, uno dei primi centri italiani a proporre uno studio sia parallelo sia trasversale di tutte le tecniche di danza nonché uno dei primi nel Meridione ad impegnarsi nella divulgazione della danza moderna e contemporanea.

Pochi anni dopo fonda la Compagnia Movimento Danza, con la quale si impone subito all’attenzione del pubblico e della critica internazionale grazie al suo linguaggio d’avanguardia, estremamente libero e personale, lontano da comode etichette e facili definizioni.
Le sue coreografie sono rappresentate in ben 30 nazioni di 4 continenti.

Non si contano le sue collaborazioni con enti prestigiosi come il Teatro Grande degli scavi di Pompei, il Teatro Greco di Siracusa, il Teatro di San Carlo di Napoli, il Samuel Beckett Theatre di Dublino, il Teatro La Fenice di Venezia, l’Istituto Nazionale del Dramma Antico, la RAI – Radiotelevisione Italiana, il Napoli Teatro Festival Italia ed il Teatro Stabile di Napoli – Teatro Nazionale.

Innumerevoli sono le sue collaborazioni con musicisti del calibro di Roberto De SimonePino DanieleAlmamegrettaFamoudou Don Moye dell’Art Ensemble of Chicago.

Invitata ai maggiori festival nazionali e internazionali, presente con le sue coreografie in diversi spettacoli televisivi trasmessi in mondovisione dalla RAI, Gabriella Stazio ha ricevuto importanti riconoscimenti tra cui il Premio Vignale Danza, il Premio Positano Arte della Danza “Leonide Massine”, il Premio Aragonese, il Sunday Tribune Award, il Premio degli Incontri Internazionali di Danza Contemporanea di Città del Messico, il Premio Promozione Danza/Il Coreografo Elettronico ed il Premio Napoli Cultural Classic per la danza.

Sotto la sua guida, Movimento Danza si impegna non solo nella formazione ma anche nella promozione e nella divulgazione, organizzando corsi, stage, seminari, rassegne, festival e conferenze-spettacolo.

Per queste attività, nel 2000 Movimento Danza è riconosciuta come Ente di Promozione Nazionale (oggi si dice “Organismo di Promozionale Nazionale”) dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

Dal 2000 al 2004, Gabriella Stazio è direttore artistico del progetto Movimento Danza 2000: un passato diverso, un futuro comune, promosso nell’ambito del programma quadro Cultura 2000 dell’Unione Europea, con partners quali il Tanztheater Wuppertal di Pina Bausch, il Laban Centre di Londra, il Ballet Victor Ullate di Madrid, la Compagnia Onnagata Rea di BruxellesMediascena Europa di Roma.

Dal 2001 al 2004 è responsabile del progetto e direttore artistico di PomiglianoDanza, nella Città di Pomigliano d’Arco, primo esempio nel Sud Italia di Scuola Comunale di Danza.

Dal 2001 è membro dell’International Dance Council – UNESCO.

Dal 2001 ad oggi è ideatrice e direttore artistico della Giornata Mondiale della Danza, iniziativa indetta dall’Unesco e promossa per la prima volta in Italia da Gabriella Stazio.

Dal 2002 ad oggi è direttore artistico della rassegna di danza contemporanea Second Hand – Di Seconda Mano, da lei ideata.

Dal 2004 ad oggi è direttore artistico del Performing Arts Group – Compagnia Giovani Movimento Danza, progetto nato per avviare i danzatori più giovani alla vita di teatro.

Nel 2008 firma la regia di Z.A.C. – Zona Attacco Creativo, produzione per il Napoli Teatro Festival Italia.

Dal 2012 ad oggi è direttore artistico di Residanza – La casa della Nuova Coreografia, progetto di ospitalità per giovani coreografi, e di My Lesson, My Body: nuovi codici della danza, progetto dedicato alla formazione e alla metodologia della danza.

Nel 2012 è in pubblicazione il libro 30 anni e + in movimento, a cura di Raffaella Tramontano (Liguori Editore), che ripercorre le tappe fondamentali degli oltre 30 anni di attività di Gabriella Stazio come coreografa e direttore artistico di Movimento Danza.

Dal 2015 è direttore artistico e coreografa del progetto Campanian Dance Road, promosso in collaborazione con la Regione Campania – Fondi FERS – PAC3.
Nello stesso anno diventa editore di Campadidanza – Dance Magazine, testata giornalistica dedicata al mondo della danza.

Nel 2017 firma per la Compagnia Movimento Danza la coreografia Place Is The Space – Live! e nel 2018 La teoria dello sciame intelligente.

Nel 2018 è direttore artistico e scientifico del progetto Movimenti Periferici Danza Festival, realizzato con il sostegno del Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura, progetto vincitore del bando “SIAE/S’illumina – Danza, Periferie Urbane 2017”.

Dal 2018 è presidente di Sistema MeD – Associazione Musica e Danza – Agis Campania che riunisce 24 associazioni attive sul territorio regionale.

Nel 2019 debutta con la nuova coreografia Il luogo del paradosso, coproduzione con il Teatro Stabile di Napoli – Teatro Mercadante. Nella Compagnia danzano anche Roberta Escamilla Garrison e Joseph Fontano, due protagonisti assoluti della danza internazionale, di cui Gabriella Stazio è stata una delle prime allieve italiane.

Contatta Gabriella

Puoi contattare la direttrice per laboratori di composizione coreografica e contact – improvisation, workshop, masterclass, audizioni in giuria.
Scrivi a presidente@movimentodanza.org.